ALLEGRAMENTE GOL

Il Sassuolo ha sfiorato l’impresa contro il Milan, “fermandosi” sul risultato di 3-3 e facendosi recuperare un doppio vantaggio. Al gol del solito Pinamonti si è aggiunta la doppietta dell’ormai ritrovato Laurienté. Per i rossoneri a segno Leao, Jovic ed il subentrato Okafor. 

SERATA STORTA!

Nell’andata dei quarti di Europa League la Roma batte 1-0 il Milan e indirizza il discorso qualificazione con una vittoria pesante in vista del secondo round in programma il 18 aprile all’Olimpico. A San Siro nel primo tempo i giallorossi sorprendono i rossoneri con la posizione di El Shaarawy, sfruttano la libertà di Dybala tra le linee e sbloccano il match grazie a un colpo di testa di Mancini su calcio d’angolo. Incornata che segna la gara e il risultato. Nella ripresa, infatti, gli uomini di Pioli aumentano il ritmo a caccia del pari, ma la squadra di De Rossi serra le linee e le speranze rossonere si stampano su una clamorosa traversa di Giroud da distanza ravvicinata. Nel finale proteste rossonere per un tocco di mano in area di Abraham. 

 

STASERA C’E’ UN DERBY D’EUROPA

Il Milan non perde in campionato dal 18 febbraio, poi 5 vittorie e un pareggio. In Europa League ha eliminato Rennes e Slavia Praga. Nell’ultimo turno Pioli ha rifilato 3 gol al Lecce a San Siro. Contro la Roma, in campionato, i rossoneri hanno vinto sia all’andata sia al ritorno. I giallorossi, dall’altra parte, stanno vivendo un momento positivo. Nell’ultima giornata hanno vinto il derby con la Lazio per 1-0, mentre durante la gestione di De Rossi hanno perso solo contro l’Inter e il Brighton al ritorno. Nel mezzo ci sono anche i 4 gol rifilati agli inglesi nella gara d’andata.

L’OPINIONISTA

Gara dalle mille emozioni quella tra Sassuolo e Milan. Finisce in parità,finisce 3-3, ma fino all’ultimo è stata in bilico con il pareggio di Okafor e la vittoria sfiorata per i rossoneri dopo il sogno trionfo per i neroverdi. Grande protagonista del match è stato Laurienté, autore di una doppietta. Per il Milan, con Giroud inizialmente in panchina, oltre a Okafor reti di Leao e Jovic. Nel finale proprio il bomber francese, entrato a inizio secondo tempo per Loftus-Cheek, ha sfiorato la rete da tre punti. Inizio super del Sassuolo, due gol in sei minuti, prima Pinamonti – al decimo centro in campionato – e poi 2-0 di Laurienté su assist di Thorstvedt. Il Milan ha accorciato le distante al 20′ del primo tempo con Rafael Leao. Nella ripresa il Sassuolo va sul 3-1 sempre con Laurienté ma poi arriva la definitiva reazione dei rossoneri in gol prima con Jovic e poi con Okafor. Sul 3-2 aveva segnato anche Chukwueze, ma la sua rete era stata annullata per fuorigioco. Il Milan pareggia e lo scudetto per l’Inter è alle porte!!!

FERRARESE LASCIA LA PRESIDENZA DEL MILAN CLUB MONOPOLI

Il Consiglio Direttivo del Milan Club Monopoli ha accolto le dimissioni volontarie di Giacomo Ferrarese dal ruolo di Presidente della nostra associazione per inderogabili motivi personali e professionali. Ferrarese resterà socio ordinario del nostro club. Ringraziandolo per il contributo svolto al servizio della nostra associazione porgiamo al nostro ex Presidente gli auguri per il proseguo del suo percorso di vita professionale.

QUESTA VOLTA NON FU FATAL VERONA

È a Verona che il Milan riscopre altre cose buone, utili a concludere la stagione in sicurezza Champions e soprattutto a spingere la squadra lungo il cammino dell’Europa League. Il gol di Theo, straripante a sinistra, la versatilità di Okafor, l’abbondanza a centrocampo e il gran gol di Chukwueze. E’ il quinto successo consecutivo considerate tutte le competizioni, tris vincente in campionato. Le cattive notizie, come al solito, arrivano dalla difesa: il Milan subisce il gol di Noslin e saluta dopo un tempo Kalulu per una distorsione al ginocchio. Il Verona resta due punti avanti alla zona salvezza e alla vigilia di Pasqua avrà un primo scontro salvezza a Cagliari.

IL DIAVOLO SOFFRE, MA FA POKER

Il Milan batte 4-2 lo Slavia Praga nell’andata degli ottavi di finale di Europa League, conquistando con un po’ di sofferenza il primo round della doppia sfida. I rossoneri guadagnano la superiorità numerica a metà primo tempo per l’espulsione diretta di Diouf (fallaccio su Pulisic) e la sbloccano al 34′ con una zuccata di Giroud. Doudera pareggia subito i conti per i cechi, ma Reijnders e Loftus-Cheek piazzano l’allungo a fine primo tempo. Nella ripresa la squadra di Pioli fatica a trovare spazi, al 65′ incassa il gol di Schranz, ma all’85’, su una delle poche iniziative di Leao, arriva la zampata di Pulisic che lascia Pioli un po’ più tranquillo in vista del ritorno di giovedì 14.

ASSALTO ALL’OLIMPICO

Il Milan supera 1-0 la Lazio nel primo anticipo della 27^ giornata di Serie A e torna alla vittoria in campionato, accorciando momentaneamente a -1 dalla Juventus seconda. I rossoneri soffrono nel primo tempo, ma riescono a reggere l’urto biancoceleste. A inizio ripresa guadagnano la superiorità numerica per l’espulsione di Pellegrini e dopo un tanto lungo quando confuso assedio trovano il gol vittoria col subentrato Okafor (88′). Finale incandescente, con altri due rossi per la squadra di casa: espulsi Marusic e Guendouzi. Seconda sconfitta di fila per la Lazio, che resta lontanissima dalla zona Champions League.

RIGORE ESAGERATO!!!

Milan-Atalanta 1-1 nel posticipo domenicale della 26^ giornata di Serie A. A San Siro, lo scontro diretto per la corsa alla Champions League è terminato senza vincitori né vinti nonostante diverse occasioni da gol. Rossoneri subito in vantaggio con una giocata personale di Leao al 3′, ma ripresi al 42′ dal rigore di Koopmeiners. Nella ripresa la squadra di Pioli ha creato diverse occasioni con Pulisic e Loftus-Cheeek scontrandosi con le parate di Carnesecchi.

DIAVOLO STRABILIANTE

Quando in gioco c’è una Coppa il Diavolo non ammette ragione. Serata di gala per il Milan di Pioli che nell’andata del playoff di Europa League ha battuto 3-0 il Rennes a San Siro. Dopo la traversa colpita da Leao in apertura del match, i rossoneri hanno mantenuto il controllo del gioco sbloccando la partita al 32′ con un colpo di testa di Loftus-Cheek. L’inglese si è ripetuto, sempre di testa, a inizio ripresa sugli sviluppi di corner (47′) e sei minuti più tardi è stato Leao (53′) a calare il tris in collaborazione con Hernandez. Gara di ritorno il 22 febbraio a Rennes.