ALL’ULTIMO RESPIRO

Il Milan soffre ma batte 3-1 in pieno recupero l’Empoli nell’8^ giornata di Serie A e rimane a -3 dal Napoli capolista. Al Castellani sembra una serata stregata per i rossoneri che perdono per infortunio Saelemaekers, Calabria e Kjaer, sprecano con Leao, colpiscono una traversa con Giroud e al 79′ trovano il gol vittoria con Rebic, su gentile omaggio della retroguardia toscana che lascia tutto solo l’autorete dell’assist Leao servito da una rimessa laterale di Tonali. Al 92′ Bajrami pareggia su punizione, ma Ballo-Touré trova il gol-vittor al 94′. Tris di Leao al 97′.

INFERMERIA PIENA

Una buona notizia per il MilanSandro Tonali ha smaltito l’infortunio subito in Nazionale e contro l’Empoli sarà a disposizione. Stefano Pioli però non può sorridere. Il tecnico rossonero sperava con la sosta di recuperare forze fresche in attacco, ma  né Rebic né Origi prenderanno parte alla sfida in casa dei toscani al Castellani per l’ottava giornata di Serie A. Per entrambi solo un allenamento differenziato a Milanello. Al momento è difficile ipotizzare la convocazione di almeno uno dei due, così come per  Maignan Theo Hernandez. Il portiere starà fuori un mese per la lesione al polpaccio rimediata con la Francia, mentre l’esterno ha svolto solo terapie e salterà con certezza la gara con l’Empoli. Al suo posto ballottaggio tra Ballo-Touré, Dest e un cambio di modulo con passaggio alla difesa a tre. A Milanello Pioli ha poi ritrovato gli ultimi giocatori convocati dalle rispettive nazionali compresi Leao e Bennacer, due che saranno protagonisti a Empoli dal primo minuto.

MILAN IN ANSIA PER SUPERMIKE, E NON SOLO

Il Milan dopo aver perso Theo Hernandez sta seguendo con attenzione anche la situazione di Mike Maignan. Il portiere, titolare nella sfida tra Francia e Austria in Nations League, è stato sostituito all’intervallo per un problema muscolare accusato al polpaccio sinistro. Al suo posto è entrato Areola: il ct Deschamps ha già annunciato che il numero uno rossonero salterà la sfida di domenica contro la Danimarca. Giornata di tensione, insomma, per Stefano Pioli, che ha dovuto incassare anche il problema muscolare di Sandro Tonali, costretto a dare forfait in azzurro.

A SAN SIRO ANCORA NAPOLI

Stefano Pioli ha commentato così dopo la sconfitta contro il Napoli a San Siro: Sulla prestazione del Milan: “Non sono soddisfatto e non lo devono essere nemmeno i giocatori. Se giochi così non puoi perdere. Abbiamo fatto solo un gol, troppo poco per quello che abbiamo creato. C’è delusione, non dovevamo perdere. Il calcio però è così, impareremo anche da questa serata. La prestazione c’è stata sotto tutti i punti di vista”. Sulla sconfitta: “Abbiamo perso perchè nelle due aree non ci abbiamo messo quella qualità e quella determinazione che serviva. Abbiamo giocato meglio del Napoli. Eravamo imbattuti, è un peccato perderla dopo una prestazione del genere”. 

LA CHAMPIONS E’ CASA NOSTRA

Il Milan non sbaglia in Champions League e indirizza il girone nel verso giusto. Dopo il pareggio col Salisburgo, nel secondo turno del Gruppo E la squadra di Pioli batte 3-1 la Dinamo Zagabria e vola in testa alla classifica a quota 4 punti. A San Siro nel primo tempo i rossoneri fanno il match e dopo qualche errore di misura sbloccano la partita con un rigore di Giroud (45′). Nella ripresa Saelemaekers (47′) raddoppia i conti di testa, Orsic (56′) prova a riaprire la gara dopo una magia di Petkovic, ma Pobega (77′) mette il risultato al sicuro con un destro sotto la traversa. 

IL DIAVOLO SBANCA IL FERRARIS

Vince il Milan nel terzo anticipo della sesta giornata di Serie A e lo fa imponendosi, in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo, 2-1 sul campo della Sampdoria di Giampaolo. Match sbloccato già al 6′ da Messias con un intervento non perfetto di Audero, poi alle occasioni rossoneri di raddoppio ha risposto Djuricic con una traversa all’11’. Nella ripresa l’espulsione immediata di Leao e il pareggio al 57′ dello stesso Djuricic hanno rimescolato le carte. L’episodio decisivo è arrivato al 67′ con il rigore procurato e trasformato da Giroud

QUEL PALO INDIGESTO AL 90°!!!!!

Il Milan pareggia in Austria contro il Salisburgo Prima frazione equilibrata, con i padroni di casa che si portano in vantaggio poco prima della mezzora con Okafor, che dopo essersi sbarazzato di Kalulu non dà scampo a Maignan. Il pareggio rossonero porta la firma di Saelemaekers, che sfrutta al meglio un’incursione di Leao e batte un non impeccabile Kohn. A inizio ripresa Fernando spreca la palla del possibile nuovo vantaggio, poi Pioli cerca di rimescolare le carte ma il risultato non si schioda dall’1-1: Leao, in pieno recupero, colpisce il palo.

LEAO MERAVIGLIAO CI REGALA IL DERBY

Finisce 3-2 in favore del Milan il primo derby stagionale: a segno Leao (due volte), Giroud, Brozovic e Dzeko. Prestazione solida dei rossoneri nonostante qualche sbavatura difensiva. Parte forte l’Inter che al 21′ passa con Brozovic: Correa serve il croato che, sfruttando la disorganizzazione della retroguardia rossonera, infila Maignan. La reazione del Milan non si fa attendere e sette minuti più tardi la partita torna in parità: Calhanoglu sbaglia un passaggio folle che viene intercettato da Tonali, l’azzurro serve il portoghese che da posizione defilata va a segno. La banda di Pioli continua a spingere e a guadagnare metri ma si va a riposo sull’1-1. Il secondo tempo si apre con il gol di Giroud al 54′: Leao sfugge sulla sinistra e serve il centravanti francese, che si gira e supera Handanovic sul palo lontano. Sei minuti più tardi il Diavolo cala il tris ancora con Leao, che difende eroicamente palla, ne fa secchi tre dell’Inter e firma la sua personale doppietta. Inzaghi butta dentro Dzeko che lo ripaga subito con un gol da bomber vero: Darmian galoppa sulla corsia di sinistra, la mette in mezzo e il bosniaco si avventa come un rapace scaraventando il pallone in rete. Il Milan accusa il colpo e l’Inter prova ad approfittarne ma un super Maignan regala i tre punti ai rossoneri. 

CARDINALE SCATENATO REGALA AI TIFOSI SERGINO DEST

Il Milan esaudisce il desiderio di Stefano Pioli. Visto l’infortunio rimediato da Alessandro Florenzi nel match contro il Sassuolo, il tecnico aveva chiesto alla società un ultimo sforzo sul mercato e di acquistare un terzino che andasse a completare la corsia di destra. Detto, fatto. Nella serata di ieri il club rossonero ha chiuso una vera e propria trattativa lampo con il Barcellona per Sergino Dest, americano classe 2000 che da tempo è considerato un esubero dalle parti della Catalogna.

MILAN UN PO’ SCARICO, MA SUPER MAIGNAN

Non va oltre lo 0-0 il Milan di Pioli in casa del Sassuolo. Al Mapei Stadium poche emozioni e tanto equilibrio. Le cose migliori le ha fatte un super Maignan che para un rigore a Berardi, l’altra nota positiva è stato il rientro di Kjaer dal primo minuto. Probabilmente è mancata la brillantezza e la tranquillità negli ultimi 20 metri. Un punto che muove la classifica ma che non può far felice l’ambiente rossonero. Sabato Derby!!!