LE MOSSE DEL DIAVOLO

In attesa dell’annuncio di Fonseca, previsto settimana prossima, il Milan accelera per il centravanti. Obiettivo prioritario, da mesi, Zirkzee: la società ha informato il Bologna che pagherà la clausola di 40 milioni, si tratta con Kia Joorobchian sulle commissioni che, l’agente, vorrebbe a partire dalla doppia cifra. La volontà del 23enne olandese (che non andrà agli Europei) sarebbe quella di restare in Italia. Un reparto, quello offensivo, su cui lavorare anche in merito ai prestiti: per De Ketelaere (diritto di riscatto pari a 22 milioni più bonus) l’Atalanta vorrebbe trattare, mentre Saelemaekers (10 milioni) non rientrerebbe nei piani del Bologna di Italiano (che invece si è interessato per Florenzi). Il centrocampista di quantità preferito resta Fofana, in uscita dal Monaco, apprezzato anche da Psg e Atletico Madrid. Per il ruolo di terzino destro Emerson Royal (Tottenham) piace al Villareal ma aspetta i rossoneri, così come Tiago Santos che arriverebbe dal Lille insieme a Fonseca. In difesa, dove serve anche un centrale (difficile Buongiorno, piace da tempo Brassier, Hummels potrebbe essere una tentazione), è da monitorare anche la questione rinnovi: Maignan e Theo Hernandez, in scadenza nel 2026, su tutti. Al portiere – seguito dal Manchester City – sarebbe già stata fatta una proposta, per il terzino potrebbe muoversi il Bayern in caso di partenza verso il Real (non così scontata) di Davies.

L’ERA PIOLI CHIUDE IL SIPARIO

Il ciclo del Milan di Stefano Pioli si chiude con un pareggio beffa. Nell’ultima giornata di Serie A la Salernitana costringe i rossoneri al 3-3 alla fine di un match a due facce. Al Meazza nel primo tempo va in scena un monologo dei padroni di casa. Un’uscita sbagliata di Fiorillo regala a Leao (22′) la palla dell’1-0, poi Giroud (27′) raddoppia con una bella girata in area. Nella ripresa poi Simy accorcia le distanze (64′), Calabria segna di testa e Sambia (87′) e Simy (89′) firmano la rimonta approfittando di un finale distratto della difesa.

IL TORO SCATENATO ABBATTE IL MILAN

18maggio24 Il Torino ha battuto 3-1 il Milan nella 37^ giornata di Serie A, mantenendo viva una speranza di qualificazione alla prossima Conference League. All’Olimpico Grande Torino contro la formazione di Pioli già certa del secondo posto, i granata hanno sbloccato il match al 26′ con un’incornata di Zapata, bissata prima dell’intervallo dall’inserimento di Ilic. Pochi secondi dopo il rientro dall’intervallo, Ricardo Rodriguez ha realizzato il suo primo gol in quattro anni di Toro infilando l’incrocio dei pali. Per il Milan, dopo una traversa di Pulisic, solo un gol su rigore di Bennacer al 55′.

LA MANITA

Terz’ultima giornata di campionato e finalmente il Milan fa il Diavolo, dopo un primo tempo noioso i rossoneri dilagano nella ripresa: doppietta dell’americano, Bennacer, Reijnders, Leao e Nandez. Con questi tre punti il Diavolo non è ancora sicuro aritmeticamente del secondo posto, ma è certo di partecipare alla Supercoppa di Lega

CONTESTAZIONE!!!

5aprile24 Finisce 3-3 Milan-Genoa, match valido per la 35^ giornata di Serie A. A San Siro succede di tutto: i rossoneri vengono puniti dopo appena 5′ dal rigore di Retegui, trovano il pari con Florenzi nel finale di primo tempo, ma vanno nuovamente sotto a inizio ripresa con l’incornata di Ekuban. Nonostante una grande sofferenza gli uomini di Pioli riescono poi a ribaltarla nel giro di tre minuti, grazie alle reti di Gabbia (72′) e Giroud (75′). Quando sembra fatta, arriva la distrazione fatale e l’autogol di Thiaw, che fissa il risultato e sancisce l’ennesimo stop di un finale di stagione davvero complicato.

30aprile24 Nella giornata odierna Mike Maignan e Ruben Loftus-Cheek sono stati sottoposti a risonanza magnetica. Gli esami strumentali hanno evidenziato quanto segue: Maignan ha rimediato una lesione di basso grado del lungo adduttore destro, mentre per Loftus-Cheek si tratta di una lesione di basso grado al muscolo bicipite femorale destro. Entrambi i giocatori verranno rivalutati la settimana prossima secondo evoluzione clinica. Sicura, dunque, la loro assenza per i match contro Genoa e Cagliari.

LA JUVE NON SFONDA IL MURO SPORTIELLO

Juventus e Milan non sono andate oltre lo 0-0 nello scontro diretto per il secondo posto per la 34^ giornata di Serie A. Il pareggio dello Stadium sorride ai rossoneri di Pioli che restano la prima delle squadre inseguitrici a +5 sui bianconeri, ma è frutto delle parate decisive di Sportiello, vice di Maignan schierato dopo l’infortunio del portiere francese nel riscaldamento. La Juventus ci ha provato con Vlahovic nel primo tempo, poi con Milik e Rabiot nella ripresa ma senza abbattere il muro milanista.

FESTA INTER

L’Inter è Campione d’Italia per la ventesima volta nella sua storia. A San Siro la corazzata di Simone Inzaghi batte 2-1 il Milan e conquista aritmeticamente il titolo della seconda stella con cinque giornate di anticipo. Al Meazza nel primo tempo Acerbi (18′) sblocca tutto di testa su calcio d’angolo, poi Lautaro e Thuram si divorano il bis e Sommer si supera su Calabria. Nella ripresa i rossoneri alzano il ritmo e reagiscono, ma Thuram (49′) raddoppia i conti in contropiede e la rete di Tomori (80′) nel finale non basta per riaprire la gara. Nel recupero espulsi Theo Hernandez, Dumfries e Calabria. 

 

EUROPA ADDIO

La Roma ha battuto 2-1 il Milan nel ritorno dei quarti di finale di Europa League qualificandosi, bissando il successo di San Siro. I giallorossi hanno respinto gli intenti bellicosi dei rossoneri colpendo già al 12′ con Mancini dopo un palo di Pellegrini e colpendo in contropiede al 22′ con Dybala dopo un’azione dirompente di Lukaku. L’espulsione di Celik al 30′ ha costretto la Roma a difendersi a oltranza per un’ora di gioco capitolando solo nel finale con un colpo di testa di Gabbia.

ALLEGRAMENTE GOL

Il Sassuolo ha sfiorato l’impresa contro il Milan, “fermandosi” sul risultato di 3-3 e facendosi recuperare un doppio vantaggio. Al gol del solito Pinamonti si è aggiunta la doppietta dell’ormai ritrovato Laurienté. Per i rossoneri a segno Leao, Jovic ed il subentrato Okafor.